#4 Wine Championship 2009

La 4^ edizione di "Europea Wine Championship" si è conclusa con la vittoria assoluta di Martina Broggio, studentessa di 6VB dell'Istituto "GB Cerletti" di Conegliano.

Con oltre dieci punti di distacco si è aggiudicata così la prestigiosa gara studentesca realizzata in collaborazione con EUROPEA e la Rete Europea delle Scuole Enologiche, cui hanno aderito 14 Stati (Austria, Belgio, Estonia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Lussemburgo, Polonia, Portogallo, Slovenia, Spagna, Svizzera, Ungheria e naturalmente l'Italia con ben quattro Istituti enologici: Conegliano, Auer, Locorotondo e Ascoli) .

Ognuna delle 30 scuole partecipanti era costituita da una squadra di due studenti di età compresa tra i 17 e i 25 anni e da un loro insegnante.Europea 3

Dunque 60 studenti hanno preso parte alle gare teorico-pratiche di viticoltura, enologia, degustazione e cultura vitivinicola predisposte da un'apposita commissione costituita dai docenti di tali discipline della Scuola Enologica.

Le squadre, accolte al loro arrivo lunedi 23 marzo alla "Bottega del vino" della Scuola Enologica, si sono presentate nella mattinata di martedì 24 marzo ospitate dal Sindaco Alberto Maniero nella Sala Consiliare del Comune di Conegliano, per poi dare inizio alle gare teoriche e pratiche della wine championship disputate tra martedì stesso e mercoledì 25.

 

La faticosa giornata di martedì per studenti in gara, arbitri, commissari si è prolungata con la visita alla Carpenè Malvolti

mentre la giornata di mercoledì ha avuto il suo epilogo con la pizza tutta italiana "Da Gennaro".Europea 1                         Europea 2

Nella mattinata di Giovedì, dopo l'ottimo convegno sul Prosecco, l'imponente comitiva di ospiti stranieri è stata accompagnata nell'area del Prosecco e non sono mancate soste e compere dai principali produttori della zona.

Ma torniamo ai risultati.

Il Campionato prevedeva tre gare individuali ed una gara a squadre tutte da svolgersi nella lingua ufficiale del Wine Champioship cioè l'inglese.

Oltre a queste prove, c'era da assegnare lo Special Award Veneto riservato solo alle scuole straniere che mirava ad accertare la conoscenza degli elementi base della vitivinicoltura del Veneto.

A conclusione delle singole prove, la migliore è risultata proprio la studentessa del Cerletti, mentre al quarto posto assoluto si è piazzato Gennaro Porricelli (5VA) con un solo punto di scarto rispetto al terzo classificato (per la cronaca al 2° posto lo svizzero Giottonini Matteo, al 3° Braunewell Christian dalla Germania).

Nel complesso si è trattato di un risultato notevole per la Scuola Enologica che dopo il terzo posto assoluto meritato lo scorso anno in Portogallo ha centrato il gradino più alto del podio.

Le premiazioni si sono svolte giovedì sera durante una serata di gala "made in provincia di Treviso" presso l'Asolo golf club di Cavaso del Tomba, con la partecipazione delle autorità provinciali, il presidente Muraro in testa, tutti i principali sponsor della manifestazione e il referente italiano di Europea il Dirigente Scolastico Vinciguerra.

Venerdì 27 invece a Venezia, alla presenza dell'ass. regionale all'economia Vendemiano Sartor e del vice Presidente della Provincia Floriano Zambon, si è celebrata, presso l'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti a Palazzo Franchetti, sala del Piovego, la cerimonia di consegna degli "Special Award Veneto" premio riservato alle compagini straniere tutto incentrato sulla viticoltura veneta e in modo particolare sul vino Prosecco.Europea 4

Ad aggiudicarsi la vittoria è stato l'austriaco Strohmeier Alois della Wine School di Krems, mentre al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Pfeifer Daniel, austriaco, e Braunewell Christian Tedesco.

A rendere particolarmente simpatica e divertente la premiazione ci hanno pensato gli attori comici che hanno interpretato le più belle maschere della commedia dell'arte, da Arlecchino a Pantalone e Colombina in alcuni gustosi siparietti recitati in lingua inglese.

La magica atmosfera della città di Venezia (visitata alla mattina) ha fatto da cornice all'ultima vera giornata di soggiorno e relax delle squadre straniere.



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.